Cos' è la comunicazione d'impresa

La comunicazione come strumento di successo

Etimologicamente il termine 'comunicazione' deriva dal latino comunicare, il quale, a sua volta, proviene dal lemma "communis" cioè comune.

Prendendo in considerazione l'evoluzione della parola partendo proprio dalla sua derivazione latina , si scopre che il secondario significato 'mettere in comune idee e pensieri' ha acquistato, con il passare del tempo, un'importanza sempre maggiore fino a diventare il significato più importante.

La comunicazione d'impresa, poiché ponte tra l'azienda ed il mercato, è una disciplina ormai praticata in tutte le aziende, spesso in maniera inconsapevole.

Innanzi tutto è fondamentale dire e sottolineare che il concetto di comunicazione non è sovrapponibile a quello di informazione poiché si tratta di concetti diversi : informazione significa soltanto notizia, cioè trasmissione di dati da una sorgente ad un destinatario; comunicazione non è soltanto l' informazione trasmessa , ma anche e soprattutto la/le modalità con cui questa informazione viene trasmessa.

Comunicare significa quindi partecipare ad un sistema di relazioni attraverso norme e regole messe in atto in maniera consapevole o inconsapevole dagli attori in esso presenti, i quali si scambiano informazioni, sensazioni, immagini mentali e stati d'animo usando canali e codici verbali, paraverbali, non verbali e simbolici, utilizzabili ed utilizzati in un determinato contesto culturale.

La comunicazione è pertanto la partecipazione attraverso contenuti emozionali, è impegno e volontà di ascoltare e rispondere in maniera reale e concreta alle altrui necessità.

La cura dell'immagine aziendale è un elemento che sta diventando sempre più importante anche per aziende che fino ad oggi non vi hanno prestato la dovuta considerazione e attenzione.

L´apertura dei mercati internazionali ha infatti creato un clima ed un panorama estremamente competitivi che rendono fondamentale presentare la propria azienda con un´immagine ben curata al fine di poter rafforzare il proprio marchio e renderlo riconoscibile.

Pertanto, quando un'impresa decide di fare comunicazione, è fondamentale studiare una strategia che renda la comunicazione il più efficace possibile, poichè strumento indispensabile per aggredire il mercato, innalzare il valore del proprio prodotto o servizio e conquistare il consumatore/utente.

Nell'ambito della comunicazione d'impresa, s'individuano quattro aree:

1) La comunicazione commerciale

2) La comunicazione istituzionale

3) La comunicazione gestionale

4) La comunicazione economico-finanziaria

La comunicazione commerciale è l'insieme degli strumenti che l'impresa utilizza per gestire le relazioni con il mercato dei consumatori intermedi e/o finali.

La comunicazione istituzionale riguarda l'impresa nella sua totalità e mette al centro del messaggio la sua mission e la sua vision anzichè specifici elementi relativi alla sua attività quali prodotti, strutture e risultati.

La comunicazione gestionale è l'insieme dei sistemi di creazione e di scambio di messaggi ed informazioni che si sviluppano tra tutti coloro che prendono parte direttamente o indirettamente alle attività esecutive e produttive dell'impresa come dipendenti, professionisti, fornitori, aziende collegate ecc.

La comunicazione economico-gestionale è l'insieme delle comunicazioni di carattere reddituale, finanziario e patrimoniale dell'impresa, che il vertice aziendale diffonde, attraverso qualsiasi canale, alle varie categorie e gruppi portatori di interesse.

La varietà del pubblico di destinatari ci fa comprendere come la comunicazione sia un sistema complesso il quale richiede una preparazione specifica per gestirlo in maniera efficace ed efficiente in modo da trasmettere i messaggi con i registri più adeguati alle circostanze, sia per quanto concerne la comunicazione verbale che quella non verbale, senza tralasciare componenti che potrebbero apparire secondarie.

La carta intestata, le buste e i biglietti da visita, ad esempio, contribuiscono a trasmettere l'immagine dell'azienda, per non parlare del sito internet o del logo, destinati ad imprimersi nelle menti delle persone oppure ad entrare nell'oblio come capita spesso in una società contraddistinta da un'infinità di stimoli come quella attuale.